transeuropa edizioni 28 Settembre 2020
 

Ultime novità TransEuropa Edizioni
Autori TransEuropa Edizioni
Assaggi TransEuropa Edizioni
Book Trailer TransEuropa Edizioni
Autori Anonimi
I racconti qui presentati sono stati elaborati e selezionati durante il concorso “Anonima Racconti”, che si è tenuto nel febbraio 2020.
Nell’arco di un mese, oltre cento partecipanti hanno inviato i loro racconti tramite una piattaforma che garantisce l’anonimato, nel rispetto di due semplici regole: non superare le 5.000 battute e recepire i dieci punti del Manifesto letterario degli Imperdonabili.
La redazione ha dato in pasto al Gruppo Facebook degli Imperdonabili una media di quattro racconti al giorno, permettendo ai circa trecento membri di confrontarsi in modo del tutto disinteressato sulle composizioni, segnalando gli spunti positivi come gli scivoloni degli autori, che sono rimasti anonimi per tutto l’arco della competizione. La votazione conclusiva ha eletto una lista di sedici finalisti e un testo vincitore, “Babele”, il cui autore, come tutti gli altri partecipanti, ha deciso di preservare il proprio anonimato anche dopo la fine del concorso.
Ma agli Imperdonabili non è bastato confrontarsi solo con quanti hanno seguito il movimento dall’inizio: nello sforzo di instaurare un dialogo aperto e sullo stesso piano con tutti i lettori, la redazione ha allargato il confronto alla pagina Leggo Letteratura Contemporanea, la celebre community di appassionati di letteratura. Così, dopo la chiusura del contest, i sedici racconti finalisti sono stati proposti agli oltre centomila lettori forti iscritti alla community, postando un racconto al giorno e stimolando commenti, riscontri, valutazioni: il racconto vincitore, in questo caso, è risultato “Legittima difesa”. Ringraziamo gli amministratori e tutti i partecipanti: abbiamo cercato di fare tesoro di ognuna delle loro critiche, perché questi lettori rappresentano il pubblico insoddisfatto che vorremmo (ri)conquistare. Per gli Imperdonabili, infatti, l’Anonima Racconti costituisce il primo passo di un cambio di rotta rispetto ai cliché vigenti in campo letterario:

1. La ricerca di una nuova trasparenza: difficile immaginare un autore affermato criticare un racconto anonimo, per poi scoprire che è del tale «amico della domenica», o del compare della compagnia di giro… Per gli Imperdonabili questi calcoli non hanno senso, non esistono compari né favori, l’autore deve scomparire nell’opera e tutta l’attenzione deve concentrarsi il più possibile sull’opera.

2. La fuga dall’ambiguofobia e dalla letteratura pedagogica: tra i finalisti dell’Anonima racconti non troverete la storiella edificante di integrazione, l’orrido “messaggio”, la favoletta con il lieto fine e l’interpretazione a senso unico del tema, perché la letteratura non è un manuale di educazione civica, il libro non è un telefono e il lettore deve trarre da sé le proprie conclusioni. Come disse Conrad, «lo scrittore scrive metà del libro, l’altra metà il lettore».
Gli autori anonimi hanno fatto proprio questo spirito al punto che in diversi casi non è sufficiente una sola lettura, per comprendere tutte le curvature di significato che riescono a produrre i testi. Si è deciso, pertanto, di impiegare anche un mezzo più adatto al riascolto come l’interpretazione di un attore e di un musicista, sperimentata in nove tracce audio tra i racconti che meglio si prestavano, a cui gli autori hanno personalmente aggiunto delle immagini. E qui, in modo assolutamente naturale, si è giunti a quel superamento delle forme tradizionali di fruizione del materiale letterario e di interpretazione del fatto artistico che gli Imperdonabili avevano già posto a tema nei loro manifesti.
Allo stesso modo, senza seguire nessun piano, il caso ha voluto che il concorso si tenesse nel pieno di un momento storico che ha impresso il suo stigma nei racconti: con l’inserimento di alcuni ripescaggi tratti dal bacino della “quarantena” – l’altra sezione era quella degli “scampati” –, la redazione ha cercato di restituire questa “impressione” nella sequenza che costruisce il “concept album” e che si può dividere in un prima, durante e dopo il picco dell’epidemia. La raccolta risente pertanto del clima ambientale dai temi ai mezzi di realizzazione e di distribuzione, ma le premesse dell’iniziativa avevano intercettato le forze inerziali del cambiamento con indiscutibile anticipo sull’inaspettata accelerazione degli eventi.
Autori Anonimi
Le circostanze non sono favorevoli
Ebook + Album
ISBN 9788831249485, € 12,00 € 12,00 (sconto 0%)

Autori Anonimi
Le circostanze non sono favorevoli
Album
ISBN 9788831249492, € 8,00 € 8,00 (sconto 0%)

 
 
 
Transeuropa Edizioni su Anobii Transeuropa Edizioni su Facebook
Transeuropa Edizioni su Twitter Transeuropa Edizioni su You Tube
 
Transeuropa Edizioni - 54100 Massa, Toscana, Italy.
Tel. +39 0585 354643