Recensione a Emergenze da fine del mondo

Transeuropa Edizioni Recensione Recensione a Emergenze da fine del mondo
0 Comments

Emergenze da fine del mondo

tavola di Lucio Filippucci da Emergenze da fine del mondo – Transeuropa

Emergenze da fine del mondo è un’opera collettiva sotto forma di racconti, tra di loro collegati, in cui viene esposto e rappresentato il pensiero degli autori coinvolti sulle emergenze che hanno interessato la nostra società in questi ultimi anni: pandemia, clima, guerra, terrorismo.
Soprattutto viene posta l’attenzione su quanto queste emergenze abbiano influito sugli aspetti sociali ed economici della vita delle persone, in particolare nel mondo occidentale.
Ad aprire e chiudere il libro, le tavole del bravo Lucio Filippucci, su testi di Fabio Isaia, in cui il protagonista è Mario, personaggio che con le sue riflessioni fa da filo condutture alla narrazione, insieme ad un misterioso bambino con la mascherina blu che ogni tanto appare per puntualizzarne i ragionamenti.
In totale sono undici racconti, di lunghezza variabile, realizzati da 14 autori insieme ai tre curatori del libro. Oltre al già citato Lucio Filippucci, tra gli altri fumettisti coinvolti vi sono Giuseppe Zironi, Graziano Barbaro, Squaz, Lorenzo Zaghi, Salvatore R. Villirillo, Andrea Izzo e Lorenzo Sartori. Altri nomi sono di fantasia, come per il noto autore che è presente sotto lo pseudonimo Sotto Zero.

Emergenze da fine del mondo

tavola di Graziano Barbaro da Emergenze da fine del mondo – Transeuropa

Emergenze da fine del mondo è stato pubblicato dalla casa editrice toscana Transeuropa all’interno della collana Arte e Rivoluzione dedicata agli artisti visivi non allineati. L’idea del libro è nata dall’amicizia tra il professor Sergio Porta e il direttore editoriale di Transeuropa, Giulio Milani, cresciuta durante gli anni della pandemia prima e della guerra oggi, all’insegna di una visione molto critica della narrativa dominante. I curatori Sergio Porta (professore di Urban Design all’Università di Strathclyde Glasgow), Fabio Vighi (professore di Italiano e Teoria critica all’Università di Cardiff) e Angela Cusani, hanno raccolto il gruppo di lavoro, sceneggiato o co-sceneggiato gli episodi, lavorando con gli artisti in modo che l’antologia avesse un filo conduttore e una coerenza interna, nonostante i diversi stili e sensibilità presenti. Gli autori sono stati coinvolti in base ai contatti stabiliti in questi anni tra persone non allineate, artisti che si sono ritrovati in una visione comune e critica del presente e soprattutto del paradigma emergenziale dominante.

Emergenze da fine del mondo

tavola di Squaz da Emergenze da fine del mondo – Transeuropa

Transeuropa, prima di Emergenze da fine del mondo, aveva pubblicato un solo graphic novel: Quattro giorni per non morire di Marco D’Aponte e Andrea B. Nardi, tratto dall’omonimo romanzo di Marino Magliani. Pur essendo quindi relativamente nuova rispetto al prodotto fumetto, ha fatto un ottimo lavoro, con una grafica, un’impaginazione e una carta che valorizzano molto bene il lavoro dei disegnatori coinvolti, la cui varietà di stili, sia nei disegni, sia nei colori, è sempre apprezzabile e di alto livello.
Certamente si tratta di una lettura non sempre semplice e a volte angosciante, ma questo deriva dal tema trattato.

di Giancarlo Vidotto per il quotidiano 100Torri

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intervista di Repubblica a Silvia Rivolta per Vite attese
“Vite attese”, il romanzo di Silvia Rivolta che indaga il legame tra genitori e figli
Recensione a Il quindicesimo compleanno di Rosaura Galbiati
“Il libro di Rosaura Galbiati, Il quindicesimo compleanno, Transeuropa, Massa 2023, non è facile da
Recensione a “Il sentimento non dicibile dell’oggi” di Francesco Scapecchi
Tu, se sai dire, dillo, dillo a qualcuno Alcuni anni fa Gianluigi Simonetti, parlando dell’uscita
Recensione a L’Apocalisse della Sfinge di Francesco Tigani
Francesco Tigani è ricercatore attento e scrupoloso, oltre ad aver dato prova di essere un
Recensione a Visioni di Riccardo Bizzarri
Osservatorio Poetico di Sonia Caporossi | Riccardo Bizzarri Ciclo sulla madre dopo “L’uomo e i
Recensione a “Quando abbiamo smesso di pensare” di Davide Miccione
LA FINE DELLE IDEOLOGIE (DEGLI ALTRI) Marta Mancini 18-04-2024 La nostra epoca non è certo
Recensione a Il sommo revival di Gabriele Galligani
Edito da Transeuropa, «Il sommo revival. La società dello spettacolo nei romanzi di Pier Vittorio
Recensione a Il fosso di Edoardo Piazza
«Le parole non colgono il significato segreto, tutto appare un po’ diverso quando lo si
Recensione a Sinfonia di un bosco in rivolta di Paola Massoni
La scrittrice, compositrice e musicista Paola Massoni presenta Sinfonia di un bosco in rivolta, una
Recensione a Minime di Gabriele Berardi (con intervista)
Sofferenza, inquietudine, malinconia, rimpianto e speranza sono le sensazioni e gli stati d’animo che caratterizzano
Recensione a Sinfonia di un bosco in rivolta di Paola Massoni
Che poi qualcuno potrebbe dire che il titolo, Sinfonia di un bosco in rivolta, è
Recensione a Una vita maledetta di Gabriella Guidi
Gabriella Guidi esordisce in libreria con un romanzo forte e passionale, una storia vera che
Recensione a Nuvole Coraggiose di Raffaele Solitario
‘Nuvole coraggiose’ percorrono il cielo tra Ancona, l’Inghilterra, l’India e la Thailandia. Non portano pioggia,
Recensione alla cover di “Murati vivi” di Roberto Addeo
Sul Sole24 di domenica 15 gennaio 2024 recensione top alla cover di Murati Vivi, romanzo
Recensione a “Mi farò punteggiatura” di Nadia Dalle Vedove
Si intitola “Mi farò punteggiatura” (Transeuropa Editore, pag. 54, euro 15) l’ultimo libro di Nadia
Recensione a Un giorno adesso di Oronzo Liuzzi
Il verso lungo quasi narrante intercede per lo sviluppo di un flusso evidenziato nel sostegno
Recensione a L’animale umano di Tommaso Barbanera
Il primo romanzo di Tommaso Barbanera si segnala per una sincerità disarmante – una specie
Recensione a La ricostruzione di Parigi di Paolo Gera
La ricostruzione di Parigi (ai tempi della presente guerra)” è un libro singolare che interseca
Recensione a Un giorno adesso di Oronzo Liuzzi
Corposo poemetto in sessanta paragrafi, o minitesti, delicatamente proposto nella immersione della parola che qui
Recensione a Il passaporto della cicogna bianca
«Ciò che colpisce, leggendo, è l’uso raffinato e scanzonato ad un tempo della lingua italiana
Recensione a Wilhelm Reich libertario
Damiano Mazzotti ricostruisce i passaggi principale del volume che Andrea Pitto dedica al pensatore e
Recensione a Diario degli amori difficili
Un'attenta analisi del libro a quadri di Giacomo Sillari, la cui struttura ricorda al recensore
Recensione a Pasti caldi giù all’ospizio
Il curatore dell'antologia, Roberto Addeo, racconta la nascita e le regioni del progetto in una
Recensione a Sala d’attesa di Sergio D’Amaro
L'autore si sofferma, nella sua analisi critica e interpretativa, sulla sezione Sala d’attesa che rappresenta l’autentica novità
Recensione ad “Amori & disincanti” di Valerio Vigliaturo
Valerio Vigliaturo, Amori & Disincanti, transeuropa, 2020 Valerio Vigliaturo, narratore e cantante jazz, esordisce in poesia
Recensione a Incisioni all’acquaforte di Gregorio Febbo
Personalità a largo spettro artistico, Gregorio Febbo affronta, in questa sua silloge poetica, gli eterni
Recensione a “Limpida a guardare” di Michela Silla
Per ogni sole inertemi fingo linda e assorta;senza fatiche sul petto,né sparatorie di luce. Limpida
Le copertine della collana Transeuropa Lab finiscono in galleria d’arte
Le copertine essenziali, ispirate alla sobrietà di J. D. Salinger, della collana Transeuropa Lab sono
Recensione a “Mercati & mercati” di Antonio Semproni
Ci sono mercati di frutta, verdura e formaggi e mercati di blue chips, bond e bitcoin mercati
La seduzione del falso. Intervista a Emiliano Ventura
di Claudio O. Menafra Senti, Filocle, mi sai dire qual è mai la molla che scatena
Recensione a “La calligrafia come arte della guerra” di Andrea Tarabbia
Quando la luce fa paura. “La calligrafia come arte della guerra” di Andrea Tarabbia di Francesca
Recensione a “Lucida tela” di Valerio Cuccaroni
a cura di Lorenzo Favaper Lucida tela (Transeuropa, 2022)fotografia di Dino Ignani Se dovessi scegliere un verso che facesse
Recensione a “Senza titoli. Sovversi” di Mirko Boncaldo
con le punta di dita, rorida come brina sulle sgretolate screpolature vieni e sobilli atavici
Recensione a “Tempo 4/4” di Piero Toto
Nota di Luca Cenacchi «cosa sono io per te?» – Esistenzialismo interazionale e discoteca in tempo
Recensione “Murati vivi” di Roberto Addeo
Nel romanzo “Murati vivi” di Roberto Addeo, il lockdown del 2020 è un fatto marginale,